skip to Main Content
  1. Casa
  2. /
  3. Blog
  4. /
  5. News
  6. /
  7. NOTA INFORMATIVA – FOS...
NOTA INFORMATIVA
 
FOS S.P.A: LA CONTROLLATA UAB (GRUPPO FOS LITHUANIA) LEADER DEL PROGETTO EUROPEO “RECONNECT” PER LA REALIZZAZIONE DI UN DISPOSITIVO DI ROBOTICA BIONICA.
 
Il progetto “RECONNECT – Ultra Precise Bionic Hand Prosthesis Based on Space Transmission” – in collaborazione con STAM Srl e EMAC Srl, prevede la realizzazione di un prototipo per la trasmissione meccanica della protesi di mano bionica, integrando la tecnologia spaziale già utilizzata per l’indagine del suolo dei veicoli spaziali Lander Beagle 2 nella missione Mars Express.
 
 

FOS S.p.A, PMI genovese di consulenza e ricerca tecnologica, quotata al segmento AIM di Borsa Italiana, attiva nella progettazione e nello sviluppo di servizi e prodotti digitali per grandi gruppi industriali e per la Pubblica Amministrazione, comunica di aver ricevuto dal Digital Innovation Hub Healthcare Robotics (DIH – HERO) la comunicazione che il partenariato formato con le società STAM Srl e EMAC Srl, di cui la controllata UAB Gruppo FOS Lithuania è capofila, è tra i vincitori della competizione europea Technology Transfer Experiment Open Call 2020. Il contratto prevede la concessione al partenariato di un voucher a fondo perduto a copertura del 100% dell’investimento pari a €199.831,65.

L’investimento di UAB Gruppo FOS Lithuania finanziato al 100% è pari a 91.000,00 € per un periodo di 15 mesi.

Il progetto prevede la collaborazione dell’Istituto Don Gnocchi per l’utilizzo del prototipo del dispositivo, mentre l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), core partner del Digital Innovation Hub, potrà sostenere il progetto con i servizi messi a disposizione dei partecipanti.

La mano bionica è un dispositivo protesico, ovvero una mano robotica, che automatizza l’azione di movimento di una persona che ha perso la mano, il braccio o parte di esso per amputazione, agevolandone la mobilità e, quindi, consentendogli un proseguimento regolare della sua vita quotidiana.

L’obiettivo dell’esperimento è trasferire al settore biomedicale dei robot medici (healthcare robotics) una raffinata tecnologia di meccanica di precisione, usata, ad esempio, per la trasmissione nei veicoli spaziali (Beagle 2 Lander della missione Mars Express) e sviluppata dal partner STAM nell’ambito di un contratto con ESA (Agenzia Spaziale Europea).

Grazie all’impiego di questa trasmissione meccanica, infatti, si otterrà un progresso notevole in termini di caratteristiche meccaniche della protesi, quali precisione (assenza di gioco), leggerezza, densità di coppia, affidabilità e robustezza, riuscendo così ad agevolare ulteriormente i pazienti amputati e a migliorare la qualità della protesi prodotta. Nell’ambito del Progetto RECONNECT, l’elevato costo del meccanismo di trasmissione utilizzato nell’applicazione spaziale verrà affrontato studiando nuovi processi di sviluppo e produzione industriale (engineering value analisys) e migliorando il design dei componenti (design to cost), al fine di ottimizzare ed efficientare la produzione stessa.

Inoltre, il prototipo proposto darà al paziente la possibilità di controllare la forza applicata durante l’esecuzione di un compito, ripristinando la sensazione di pressione della mano e applicandola a diverse opzioni di rilevamento, ispezionando la scala a LED o la stimolazione elettrica da elettrodi posizionati in aggiunta.

Giorgio Allasia, Direttore della Business Unit Engineering e Technology Transfer, ha dichiarato “Il progetto RECONNECT è il risultato di un significativo percorso di collaborazione e di relazioni scientifiche a livello internazionale con Enti di Ricerca – come l’Istituto Italiano di Tecnologia e l’Università di Kaunas – e PMI di grande competenza tecnologica, per approcciare un settore di eccellenza come la healthcare robotics”.

Rosita Makauskiene, Managing Director UAB Gruppo Fos Lithuania, ha aggiunto “Il ruolo di UAB Gruppo Fos Lithuania testimonia la qualità del laboratorio che abbiamo costituito a Kaunas rispetto alle tecnologie biomedicali. Dopo il primo brevetto conseguito per un nuovo apparato per la diagnostica e monitoraggio degli ictus, contiamo che i risultati di questo progetto possano creare un ulteriore valore, sia in termini di IPR che di prospettive di mercato”.

Ugo Meucci, Direttore della Camera di Commercio Italo – Lituana, ha dichiarato “Il Gruppo Fos con la sua attività di ricerca e sviluppo in Lituania rappresenta un modello per tutte le aziende italiane su come realizzare partnership di successo tra Italia e Lituania. Questa attività è stata riconosciuta non ultimo nel corso del Business Forum Italia Lituania 2019 dedicato al biomedicale. Come Camera italo lituana siamo orgogliosi di annoverare tra i nostri soci il Gruppo Fos che, con la professionalità ed esperienza del suo staff, testimonia quotidianamente l’importanza di una piena sinergia tra aziende, istituzioni e centri di ricerca universitari.”

****
DIH-HERO (Digital Innovation Hubs in Healthcare Robotics) è un consorzio pan-Europeo per l’Innovazione Digitale in robotica per la salute. Il network punta allo sviluppo di servizi per avvicinare imprese e soggetti del campo della cura della salute nella creazione di prodotti innovativi e servizi per il mercato sanitario ad ampio spettro. DIH-HERO sviluppa canali tra fornitori di servizi sanitari e tecnologici per ridurre gli ostacoli dell’innovazione e sviluppare una relazione reciproca tra gli innovatori in ambito tecnologico e operatori sanitari. Il consorzio DIH-HERO riunisce una vasta rete di partner che provengono da tutta Europa. Ogni partner dell’Hub fornisce al consorzio competenze tecniche e mediche attraverso i propri rapporti operativi preesistenti con ospedali e strutture sanitarie. Essi coniugano competenze integrate nello sviluppo industriale, accesso ai finanziamenti e all’innovazione, alla tecnologia robotica e alle competenze sanitarie in una rete di hub per stimolare l’innovazione della robotica in tutti gli aspetti della cura della salute. La rete di centri di innovazione digitale, creata e supportata da DIH-HERO, garantisce un’accelerazione dell’innovazione tramite la quale le PMI possano sfruttare i vantaggi apportati dalla robotica al settore della cura della salute.
DIH-HERO è supportato dalla comunità europea per quattro anni a partire da gennaio 2019 con 16 milioni di € di cui 8 milioni di € saranno investiti nei bandi DIH-HERO per le PMI. Da gennaio 2023 DIH-HERO sarà una rete sanitaria autonoma.

****
 
La divisione Engineering & Technology Transfer del Gruppo Fos è focalizzata sullo sviluppo, prototipazione, testing e ingegnerizzazione di soluzioni innovative e tecnologicamente molto avanzate in diversi ambiti di applicazione: agricoltura 4.0, ambiente, healthcare, energia e industria. Il Gruppo vanta importanti esperienze nello sviluppo di sensoristica intelligente e di reti wireless per il rilevamento di dati, nel design e stampa 3D per test e prototipi, nella progettazione e realizzazione di sistemi di monitoraggio in ambito ambientale e medicale, di sistemi di controllo elettronico per motori navali e quadri di automazione industriale, nello sviluppo di sistemi embedded e soluzioni IoT per l’industria 4.0. Le attività di Ricerca e Sviluppo (R&D) del Gruppo Fos si svolgono principalmente attraverso solide e continue collaborazioni nel tempo con Enti di Ricerca. Il modello di riferimento del Gruppo è quello di attivare “Laboratori Congiunti” e/o accordi di collaborazione con Enti di riferimento in un territorio dove è presente una sede dell’azienda per sviluppare le capacità di technology transfer verso il mercato. Attualmente il Gruppo ha realizzato sei Centri di Ricerca: due a Genova, uno a Portici (Napoli), Bolzano, Enna e Kaunas (Lituania).

****
Fos S.p.A., fondata a Genova nel 1999 – guidata da Brunello Botte, classe ’45, Presidente di Fos S.p.A., da Matteo Pedrelli, classe ’67, Vice Presidente e Amministratore Delegato di Fos S.p.A., co-fondatore di Fos S.p.A. insieme a Enrico Botte, classe ‘76 anche egli Amministratore Delegato di Fos S.p.A.- è a capo di un Gruppo che opera, attraverso quattro linee di business: “Information Technology”, “Communication Technology”, “Engineering & Technology Transfer” e “Automation & Solution”, per importanti gruppi dell’industria, del settore biomedical, healthcare, trasporti, finanziario, telco e della pubblica amministrazione. Fos S.p.A. è quotata sul mercato AIM Italia organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. Nel 2019 il Gruppo ha registrato Valore della Produzione pari a Euro 12,2 milioni con un EBITDA di Euro 2,2 milioni e un Risultato Netto di Euro 0,7 milioni.
 
****
 
Genova, 24 Febbraio 2021
 

CONTATTI

Consulente Comunicazione
Roberto Stasio
r.stasio@barabino.it
+39 3355332483
 
Investor Relations
Valentina Olcese
 
Media Relations
Sabina Petrella
sabina.petrella@fos.it 
+39 3391622696
Back To Top
English English Italian Italian